logo

Visualizza articoli per tag: definizioni

Le emorroidi sono vene dilatate?

Lunedì, 10 Ottobre 2011 11:15

Certamente. Le emorroidi che sono vene normalmente presenti nel plesso venoso emorroidario, sono vene dilatate, presenti in soggetti predisposti.
Sono la causa più frequente della proctorragia, del sanguinamento anale.

Le prime sono varici che non sono causate da altre patologie: ad esempio se vi è l'ostruzione di un circolo venoso, è normale che altri circoli che vicariato il ritorno di sangue al cuore possano dilatarsi.
Così, quando si forma un trombo nel circolo profondo, è normale che la circolazione superficiale che permette al sangue di scavalcare l'ostruzione, di bypassare l'ostruzione si dilati. Queste sarebbero varici secondarie, secondarie appunto all'ostruzione del circolo profondo.
Le normali varici cosiddette essenziali o primitive che invece spesso vediamo sulle nostre spiagge, nella stragrande maggioranza dei casi sono dovute ad una predisposizione, ad una familiarità e ad altri motivi indipendenti comunque da una patologia.

Che sangue passa nelle vene?

Lunedì, 19 Settembre 2011 15:49

Vi passa sangue venoso, blu. E' il sangue che ha nutrito le cellule cedendovi l'ossigeno, tipicamente rosso acceso e che poi torna verso il cuore per poi passare ai polmoni e riossigenarsi, per poi infine riprendere il ciclo.
Curiosità: Perché i nobili avevano sangue BLU? Molte sono le opinioni e le spiegazioni, ma quella che penso sia la più accreditata dice che i nobili non facevano assolutamente attività fisica e non avevano bisogno di tanto ossigeno: quindi l'emoglobina era tendenzialmente allo stato ridotto e di colore tendenzialmente bluastro. Ma è vero che anche i nobili soffrivano di emofilia e poi che tendenzialmente erano di pelle molto chiara che faceva intravedere le vene al contrario dei popolani che erano di pelle più scura ..... Mai un nobile avrebbe lavorato sotto il sole o all'inclemza del tempo!!!!

Cosa sono le teleangectasie?

Mercoledì, 07 Settembre 2011 15:47

Le teleangectasie o capillari, possono essere arteriosi o venosi. I primi sono di norma di un rosso acceso, in quanto percorsi da sangue arterioso, mentre i secondi sono di norma blu in quanto percorsi da sangue venoso.
Si tratta di piccoli vasi sanguigni dilatati che si vedono in quanto il sangue che vi passa dentro traspare attraverso la' epidermide.
E' sbagliato quindi dire che si tratta di vasi "rotti": sono solo capillari dilatati.

Cosa sono le varici?

Martedì, 06 Settembre 2011 15:16

Le varici sono vene dilatate, serpiginose, dove il sangue ristagna. Per questo motivo sono gonfie e a volte dolenti, per la maggiore pressione che hanno all'interno.
Se vogliamo fare un poco di storia, la loro definizione si deve ai padri della flebologia moderna: il Dr. Arnoldi nel 1957 diceva" Vena sottocutanea chiaramente visibile, dilatata, tortuosa e prominente" e i Dr Dodd e Cockett che nel1956 dicevano: "Vena dilatata secondaria a perdita di continenza valvolare".